Il presente sito fa uso di cookie tecnici e di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie.

Insonnia causata da cattiva digestione

buonadigestioneMANGIARE BENE...CON LEGGEREZZA!

Si sente spesso dire che mangiare pesante la sera può generare incubi. Sicuramente, se non si ha cura della propria alimentazione, oltre a fare degli incubi si rischia di non dormire affatto.

Una digestione difficile e lenta può essere causa di insonnia e di disturbi del sonno e può derivare da una dieta scorretta. Alcuni alimenti e bevande, specie se consumati la sera, provocano un'eccessiva stimolazione del sistema nervoso e una serie di disturbi digestivi e intestinali.

PROBLEMI DI DIGESTIONE E INSONNIA

Se si soffre di insonnia a causa di problemi di digestione, stomaco pieno o colite, la prima cosa da fare, quindi, è seguire un'alimentazione sana e naturale. Ognuno di noi ha una diversa tolleranza agli alimenti, ma alcune regole di base possono sempre essere molto utili, per aiutarci a dormire bene.

La digestione pesante può causare anche sintomi che sembrano non esserle collegati, come la sindrome delle gambe senza riposo: è il nostro corpo che risponde agli stimoli, in questo caso eccessivi, che ha ricevuto.

I CIBI DA EVITARE

Non esagerare con i cibi che causano acidità: carne, latticini, carboidrati raffinati (cioè farina bianca / pasta e prodotti zuccherati o dolci), e cibo spazzatura.
• Evitare le bevande contenenti caffeina, come il caffè e il cioccolato.
• Evitare il consumo eccessivo di alcol, in qualsiasi momento, ma soprattutto a tarda notte. Oltre a causare danni alla salute, l'alcol può disturbare la digestione.
• Non mischiare alcol con i farmaci per indurre il sonno.

ELIMINARE L'ACIDITA' CON I BIOMAGNETI

Oltre a seguire una corretta alimentazione, per evitare l'insonnia causata da una cattiva digestione si possono utilizzare i biomagneti. I biomagneti agiscono sul nostro organismo come un disintossicante: ci liberano dall'acidità in eccesso e riportano il nostro metabolismo verso la normalità.

Ad esempio, possiamo utilizzare i biomagneti durante la notte, applicandoli sul fegato, in modo da facilitare l'eliminazione delle sostanze tossiche presenti nel nostro corpo. Per combattere l'insonnia, possiamo applicare il biomagnete sulla fronte o sulla testa.

I biomagneti agiscono su vari livelli, fisico, mentale, emotivo, biochimico, rivitalizzandoci e riportandoci all'equilibrio. Possiamo utilizzare i biomagneti per combattere l'insonnia e i disturbi del sonno causati da problemi di digestione e per riequilibrare il nostro metabolismo.

logosociochiropratici
“Disclaimer Associazione Italiana Chiropratici”

L'utilizzo del Logo Soci AIC è concesso a chiropratici Membri AIC in “good standing”. L'AIC non è responsabile delle informazioni pubblicate unitamente al Logo Soci AIC nè di alcuno dei contenuti (per contenuti deve intendersi figure, foto, scritti, disegni, filmati, ecc.) presenti; l'AIC non è responsabile di una tecnica specifica o di un prodotto associato al Membro AIC che utilizza il Logo Soci AIC.”